Senti dire rispetto a quanto successo in Francia che è colpa nostra, dell’occidente, si fanno manifestazioni, tutti quanti a dire, Je suis Charlie Hebdo.

No, non lo sono, non sono la reazione a qualcosa, non sono le colpe dell’occidente, non sono la satira a volte blasfema di Charlie Hebdo, non sono la risata che vi seppellirà, perché la vita è seria, anzi drammatica.

E solo dicendo e approfondendo chi siamo, che cosa desideriamo, cosa in fondo ci rende contenti che tutto questo si quieterà, come la tempesta nella Pastorale di Beethoven.

E’ una guerra religiosa? Vedo poca religione e molta ideologia.

Una prova di questo: da quello che si è visto in questi giorni, da tutti i protagonisti nel bene e nel male può nascere una preghiera profonda e calma come questa? La dedico alle vittime e a chi le ha provocate.

Preghiera dell’incenso

della tradizione Copta

O Re della pace, dacci la tua pace e perdona i nostri peccati.
Allontana i nemici della Chiesa e custodiscila, affinché non venga meno.
L’Emmanuele nostro Dio è in mezzo a noi nella gloria del Padre e dello Spirito Santo.
Ci benedica e purifichi il nostro cuore e risani le malattie dell’anima e del corpo.
Ti adoriamo, o Cristo, con il Tuo Padre buono e lo Spirito Santo, perché sei venuto e ci hai salvati.


Permettetemi un altra citazione:

“Viviamo infatti in una società in cui quell’esigenza di fondo, che emerge inevitabilmente dentro ogni uomo e che si può definire senso religioso, non solo non è presa in considerazione da tutte le culture diverse da quella cristiana, ma anzi viene censurata e repressa. Se infatti c’è oggi un desiderio umano radicalmente oppresso, questo è proprio il senso religioso.

E sarebbe forse interessante fare delle ricerche per studiare quali danni e deviazioni derivino da tale repressione alla psiche dell’uomo moderno.

Sempre a causa di questa censura, la Chiesa – anche quando viene accolta come una presenza di cui comunque tener conto – è vista o come centro di potere politico o come centro di potere culturale e sociale o come pulpito di richiamo etico mentre invece è nata e miracolosamente permane nella storia per questo solo scopo: dare risposta esauriente e definitiva al bisogno religioso dell’uomo, che è il suo bisogno fondamentale.” L.G. 1976