Avatar finale alternativo (dal film Carlo Magno)

 Strana analogia di Avatar con il film su Carlo Magno.
Come si vede all'inizio della scena qui sotto l'albero Dio, che si scorge sullo sfondo (l'albero delle anime) è stato abbattuto e i Sassoni (Na'vi) si vendicano uccidendo i monaci cristiani, Carlo Magno nell'ultima scena incontra il suo nemico ma qui finisce diversamente…
(tra parentesi i riferimenti ad Avatar)

"In qualsiasi religione panteistica,
Dio si unisce all’uomo e al mondo per compiere l’ordine
del mondo, per compiere l’ordine dell’uomo,
per compiere l’armonia del tutto. È la frase che mi
son sentito dire dai bonzi a Nagoya, in Giappone,
quando sono andato a fare una conferenza coi buddisti:
«per compiere l’armonia del mondo». Allora io
ho fatto la conferenza e ho descritto il concetto di armonia
– che esaltava tutti i particolari, perfino i
capelli del capo (loro esaltano i fiori, le piante,
ma i capelli del capo no; però i capelli del capo sono
come i fiori!) –, che è in comune col cristianesimo,
che il cristianesimo capisce e afferma. Però gli ultimi
tre minuti ho detto che quest’armonia è entrata nelle
viscere di una ragazza e ne è uscito un uomo: un
uomo. Un uomo è l’armonia del tutto.
In tutte le altre concezioni questa unità di Dio con
il mondo o con l’uomo è detta in modo arido e meccanico.
È come nel dottor Schweitzer: devi dedicarti,
«devi»; come i terzomondisti del dopo concilio e del
dopoguerra: andare, sacrificarsi per l’umanità; devi
andare, non è commozione."
L.G.
Precedente Confidenza Successivo Libero adattamento del governo

4 commenti su “Avatar finale alternativo (dal film Carlo Magno)

  1. Io non ho mai visto questo film su Carlo Magno ma sembra essere molto bello e cercherò di guardarlo al più presto. Condivido sul finale e su Avatar.

  2. utente anonimo il said:

    E' un serial di 3 puntate di 90' il seguito di questa sarà trasmesso sabato sera su tv2000 replica domenica

  3. Essere lo strumento del creatore per radunare tutte le cose alla loro origine e al loro destino. Che compito ha l'uomo! Forse e' questa l'armonia del creato e la felicita' che cerchiamo.

  4. Profe
    Fa tremare i polsi, come si dice.

    Ma lieti in questo, anche se a volte tristi in volto per le difficoltà, ma lieti.

    "E però odi la conclusione, frate Leone. Sopra tutte le cose e grazie e doni dello Spirito Santo, le quali Cristo concede agli amici suoi, si è di vincere se medesimo e volentieri per l'amor di Cristo sostenere pene, ingiurie, obbrobri, disagi. Però che in tutti gli altri doni di Dio noi non ci possiamo gloriare, però che non sono nostri ma di Dio; onde dice l'apostolo: "Che hai tu, che tu non l'abbi da Dio? e se tu l'hai avuto da lui, perché te ne glorii, come se tu l'avessi da te?"

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.