Cercando un altro Egitto

Molti conoscono questa frase:

“La grande marcia della distruzione culturale proseguirà. Tutto verrà negato. Tutto diventerà un credo… Accenderemo fuochi per testimoniare che due più due fa quattro. Sguaineremo spade per dimostrare che le foglie sono verdi in estate. Non ci resterà quindi che difendere non solo le incredibili virtù e saggezze della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile: questo immenso, impossibile universo che ci guarda dritto negli occhi. Combatteremo per i prodigi visibili come se fossero invisibili. Guarderemo l’erba e i cieli impossibili con uno strano coraggio. Saremo tra coloro che hanno visto eppure hanno creduto”. Chesterton

L’ho ritrovata in quest’articolo di Socci

Omofobia, attacco alla famiglia è tutto spiegato.

Anche il Papa Francesco ne ha accennato nel messaggio alla 47° Settimana sociale dei Cattolici.

“Anzituto come Chiesa offriamo una concezione della famiglia, che è quella del Libro deella Genesi, dell’unità nella differenza tra uomo e donna, e della sua fecondità. In questa realtà, inoltre, riconosciammo un bene per tutti, la prima soocietà naturale, come recepito anche nella Costituzione della Repubblica Italiana.

Infine, vogliamo riaffermare che la famiglia così intesa rimane il primo e principale soggetto costruttore della società e di un’economia a misura d’uomo, e come tale merita di essere fattivamente sostenuta. Le conseguenze, positive o negative, delle scelte di carattere culturale, anzitutto, e politico riguardanti la famiglia toccano i diversi ambiti della vita di una società e di un Paese: dal probleema demogrrafico – che è grave per tutto il continente europeo e in modo particolare per l’Italia – alle altre questioni relative al lavoro e all’economia in generale, alla crescita dei figli, fino a quelle che riguardano la stessa visione antropologica che è alla base della nostra civilltà (cfr BENEDETTO XVVI, Enc. Caritas in veritate, 44).

Queste riflessioni non interessano solamente i credenti ma tutte le perssone di buona volontà, tutti coloro che hannno a cuore il bene comune del Paese, proprio come avviene per i problemi dell’ecologia ambientale, che può molto aiutare a comprendere quelli dell“ecologia umana” (cfr ID,, Discorso aal Bundestagg, Berlino, 22 settembre 2011).”

 

Da parte mia posso solo, per assonanza, pensare che un cantautore che se ti chiama Francesco tempo fa ebbe un incubo…

Precedente Champillon 2013 Successivo IL PADRE DELLA SPOSA

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.