Salone del Libro

Come si legge dai miei post, non sono capace di fare le cronache di cos succede, preferisco far notare dei momenti, dei piccoli segnali che avvengono.
Domenica dedicata al salone del libro, ci sono un paio di incontri a cui tengo, per cui si va.
Il titolo e il tema sono interessanti (vero Marta?):
La bellezza salverà il mondo?
(La domanda che un personaggio dell’Idiota pone al principe Myskin, protagonista del romanzo di Dostoevskij implica una sfida: misurarsi con la Bellezza, riuscire a metabolizzarla significa avviare dentro di noi una metamorfosi spirituale, il tentativo di raggiungere una sfera superiore di conoscenza e di autocostruzione.) il seguito qui
Non sono molto d’accordo sul superiore, perchè vuol dire staccare la terra dal cielo, il Segno dal Mistero, ma così è la presentazione del tema.
Coda per entrare, evitata :), coda per prendere il biglietto dell’incontro, fatta (20min), un incontro dopo 45 minuti dall’apertura segna il tutto esaurito, dico per fortuna non è il mio, e dopo un caffè ci si tuffa in mezzo ai libri, mi viene in mente Nihil, e il suo TP (ma dove l’hanno messo?).

Ore 13:00 Sala Blu
Intervengono: Heinrich Pfeiffer e Gian Maria Vian
La bellezza svelata. La Cappella Sistina. Presentazione del libro.
Grandissimo Pfeiffer, una scoperta notevole, ha anche un po’ smazzolato il direttore dell’Osservatore Romano molto professionale e poco comunicativo.
Mi sono annotato questa chicca: "Nella religiosità odierna, sacrificato l’occhio è rimasto solo l’orecchio, c’è quello che si "sente" e non c’è più quello che si vede, quello che hai di fronte"
Ho visto il libro lo consiglio ha chi ha la borsa più larga della mia (130€). Altro qui.

Gironzolo per la fiera fino alle 15:20, alle 15:30 ho l’incontro con Magdi Allam e il suo nuovo libro "Grazie Gesù".
Arrivo davanti alla Sala dei 500 e c’è un po’ di ressa, aspettimamo…
Dopo un po’ dei tipi nerboruti ci fanno allontanare dall’ingresso, e ci mettono dietro una barriera, aspettiamo…
Dopo mezzora verso le 16 la gente è spazientita, anche perchè non ci danno notizie, inizia a rumoreggiare, qualche urlo, aspettiamo…
Altri 10 minuti e la gente inizia ad urlare "Fuori, fuori" l’incontro prima non è teminato, ed era l’incontro che dava il tutto esaurito alla prenotazione. Vista la velocità della coda penso che non era possibile esaurure tutti i posti in tre quarti d’ora evidentemente erano stati dati via prima dell’apertura. Aspettiamo…
Leggo il programma dell’incontro che non è finito: Mani sporche… Se li conosci li eviti
Intervengono: Gianni Barbacetto, Luigi De Magistris, Peter Gomez, Michele Santoro, Marco Travaglio esce quest’ultimo sorridendo e si becca un coro "Buffone, buffone", chissà perchè è uscito un sorriso anche a me, aspettiamo…
 E’ passata un ora e si entra, l’organizzazione si scusa:
"Notoriamente è vero che quando alcuni italiani hanno in mano il microfono non lo vogliono mollare"
In effetti l’incontro prima era iniziato con mezz’ora di ritardo, perchè c’era gente che voleva entrare senza biglietto, però un altra mezz’ora l’hanno usata per altro, e queste sono le persone che ci fanno la morale…

Poi grandissimo Allam, anche se ritengo che scriva meglio di come parli, le testimonianze di conversione come la sua, sono tra le cose che mi attirano di più, se uno a 56 anni cambia la sua vita, e sceglie quella che seguo anch’io da tempo, le sue ragioni mi interessano, per rivivere le mie, il coraggio di quest’uomo è esemplare, innegabile.
 
Così l’ha descritta qui, e qui altri link e altro…

Grazie Gesù
"Certamente ci vorrà del tempo affinché questa adesione alla fede in Gesù sia sempre più piena e partecipe. Mi sento come un bambino che sta sperimentando i primi passi della sua nuova vita cristiana. Ma la voglia di camminare e di correre da cristiano è tanta! Grazie Gesù." M.Allam

Alla fine non ha fatto fare domande al pubblico, si è scusato, non voleva rubare del tempo, dopo c’è un altro incontro…

Precedente Crum e le parole Successivo SMS

0 commenti su “Salone del Libro

  1. «Ma la voglia di camminare e di correre da cristiano è tanta!»

    anche perchè se non si muove così d’ora in poi non avremmo nemmeno un nome per chiamarlo…è cristiano in tutto e per tutto ormai!!

  2. quel titolo mi inizia a suonare interessante ma, sorry, io l’Idiota non lo leggo, tante volte mi viene spontaneo rappresentarlo.

    Forse che Dostoevskij abbia precorso i tempi e mi conosceva ancor prima che nascessi? Atroce dilemma…

  3. Ma dai Marta non era per il titolo del romanzo che ti ho tirato in ballo, non oserei mai!!!

    Era per la Bellezza e Dostoevskij, poi il libro è veramente bello.

    Non ti sembra Allam un aquilotto?

  4. Ma il “Nando”, che ha la dedica di Magdi, visto da Anna,lo conosco?;-)

    . . . ogni anno faccio come gli Ebrei a Pasqua . . . dico a mio marito, “l’anno prossimo, andiamo a Torino”: Speriamo di riuscirci, prima di diventare troppo vecchia!

    Ciao, R

  5. Pur essendo a pochi km dalla metropoli, non sono stato alla fierra del libro…

    Sai cosa? Questo Magdi, prima perfetto illustre sconosciuto, ora sotto le luci della ribalta, si è convertito, ok, bello… Però quanti musulmani si convertono a Gesù e nessuno sa niente? Non capisco molto questa spettacolarità, ecco. La mia non vuole essere polemica, ho solo esposto un mio dubbio…

    Ciao turineis! 🙂

  6. Ros

    Col tuo carattere conosci mezzo mondo…

    Salmo

    E’ proprio quello che ci dice Magdi, di non nascondersi, il battesimo di per se è un fatto pubblico, e se chi si converte al cristianesimo deve nascondersi c’è qualcosa che non torna. Poi dare del perfetto sconosciuto al Vice-direttore del Corriere della Sera….

  7. osa factum osa pure quanto ti pare, che tanto non ti sei sbagliato di moltissimo!

    A prroposito di TP mi sono scordata anche io di chiedere: ma per caso hai scorto qualche volume intitolato “Morty l’apprendista”? Anche uno solo!!!

    Sai com’è, ormai ne faccio una questione di soddisfazione personale!

  8. Ciao Factum, bello il titolo che Magdi Cristiano ha scelto per il suo libro…

    Ho passato più di 20 anni ; ma forse no tutta la vita a pregare come lunga lista di cose che col tempo diventava interminabile. Ora mi ritrovo sempre più spesso a tacere e dirGli solo “Grazie di tutto”.

    Non sarà mi chiedo che si risponde grazie ad UNO che c’è veramente veramente?

  9. TP non l’ho trovato…

    Marta

    dove osano le aquile?

    Isle

    Nel libro quell’Uno aveva moltissimi volti, e qualcuno li conosco di persona, si ringrazia Gesù anche di questo..

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.